IL METODO GIANFRANCO FOLLADOR®

Follador garantisce un prodotto all’altezza degli estimatori più esigenti, anche e soprattutto per l’applicazione del Metodo Gianfranco Follador® che abbiamo depositato a tutela della sua esclusività e che prevede specifici passaggi nella fase iniziale della vinificazione.
Follador è stata la prima Azienda nel Valdobbiadene a sperimentare il sistema Krios, che prevede l’impiego di un’attrezzatura dove convogliare le uve appena fuoriuscite dalla pigiatrice. All’interno del macchinario si riduce la temperatura abbattendo drasticamente l’effetto ossidante dell’ossigeno.

Il successivo passaggio della crio-macerazione consente di estrapolare le molteplici proprietà delle bucce: il vino si presenta più strutturato e fresco, ricco di una sua specifica personalità.
La “presa di spuma” avviene all’interno di autoclavi secondo il metodo Charmat. L’aggiunta di lieviti selezionati darà inizio al processo di spumantizzazione la cui durata è di un minimo di 20 giorni per i vini frizzanti fino a un massimo di 30 giorni per gli spumanti. È la fase di affinamento, ossia la permanenza prolungata in autoclave fino anche a 6 mesi (Charmat lungo) che conferisce al prodotto un perlage molto più fine e persistente, un’eleganza superiore nel bouquet e nel gusto.